Blog

Rastoke

A unique watermill village Rastoke, also called Little Plitvice, is situated on the beautiful estuary of rivers Korana and Slunjcica. Through the centuries, these rivers produced an unmatched place of harmony between nature and people. Besides the canyon, waterfalls, watermills, trout and otters, the village is best known by the nature’s phenomenon, travertine or also called tuff.

shadow

Rastoke

Rastoke, un villaggio unico e bellissimo, con case e mulini sopra le cascate del fiume Slunjčica, che assomiglia Laghi di Plitvice in miniatura, è situato sulla confluenza dei fiumi Korana e Slunjčica. Nel corso dei secoli, questi fiumi hanno prodotto un luogo impareggiabile di armonia tra la natura e le persone. Oltre alle cascate, canyon, mulini ad acqua, trote e lontre, il villaggio è conosciuto anche per il fenomeno del travertino o tufo.
Il travertino è un tipo di pietra carsica porosa, che si crea sotto le cascate. È un materiale da costruzione eccellente, ma già da anni non si può usare per costruire le case, perché é protteto.

Le cascate di Slunjčica a Rastoke, come pure i Laghi di Plitvice, erano sconosciute per molto tempo a causa del loro isolamento; non c’era alcun interesse per gli invasori turchi durante il perdio della frontiera militare. Rastoke rappresentano la simbiosi delle creazioni fantastiche della natura e dell’uomo. L’uomo qui ha creato i mulini, ed era la prima volta che queste macchine primitive non sono state alimentate dall’ energia umana o animale. I mulini sono stati costruiti per essere stati utilizzati per vari tipi di fresatura. Si usavano anche per lavare tappetti e articoli di lana, avendo canestre costruite apposta.

I primi mulini sono stati costruiti nel 17° secolo, mentre la maggior parte delle abitazioni sono state costruite alla fine del 19 ° e al’inizio del 20 ° secolo, tutte in legno e travertino. I nomi delle cascate provengono dai nomi dei proprietari dei mulini.

Nel 1860, linguista e scrittore Adolf Weber Tkalcevic, descrive Rastoke come un indicibile soavità di spettacoli, invitando i viaggiatori a venire, vedere e ammirare. Una delle cascate è descritta come piastrella enorme con un motivo floreale di grandi dimensioni, mentre l’altra è descritto come un enorme romana Fontana di Trevi dal taglio croato.

A causa di questa architettura, armonia della storia e natura e del patrimonio etnografico, nel 1969 il villaggio Rastoke è stati inserito nel registro nazionale dei monumenti immobili presso l’Istituto Regionale per la protezione dei monumenti culturali a Zagabria.